Bowen

La Tecnica Bowen è composta da una seria di movimenti delicati esercitati con il pollice e le dita su punti chiave dei muscoli, tendini e tessuto connettivo con pause minime di due minuti tra una pressione e l'altra.

Altre info

La terapia può essere utilizzata senza particolari controindicazioni a tutte le età per ridurre il dolore e i disturbi legati a patologie del sistema nervoso, muscolo-scheletrico, endocrino, urinario, cardiocircolatorio, digestivo e immunitario.
La Tecnica Bowen agisce sull'intero corpo, ripristinando l'equilibrio attraverso il sistema nervoso autonomo.

Come funziona?

La tipica manipolazione alla Bowen comporta una delicata pressione associata a rotazione del muscolo o del tendine
Questo si realizza evitando di scivolare sulla pelle, ma anzi sollevando il lembo di pelle interessata prima di operare la pressione curativa e trattenendolo sotto le dita.

La terapia agirebbe stimolando la pressione sanguigna, il drenaggio linfatico, riequilibrando la tensione muscolare e migliorando la postura.

Quali benefici si ottengono?

Il sistema nervoso autonomo controlla oltre l'80% delle funzioni del corpo ed è influenzabile dagli stress esterni.

Il sistema nervoso autonomo si distingue in due sezioni principali, il sistema nervoso simpatico e quello parasimpatico:

  • il sistema nervoso simpatico controlla le reazioni di lotta o di fuga,
  • quello parasimpatico è responsabile del riposo e dell'assimilazione.

L'equilibrio vitale si gioca su una continua alternanza tra questi due sistemi.

Nel momento in cui è attivo il sistema simpatico siamo pronti all'azione e aumentiamo il ritmo del cuore, la pressione arteriosa, l'attivita muscolare, la respirazione.
Quando è attivo il sistema parasimpatico siamo in una fase di recupero, il ritmo del cuore rallenta, la muscolatura si rilassa, la respirazione diminuisce insieme alle altre attività del corpo.


Per mantenere una buona salute è importante un'equilibrata coordinazione attiva tra i due sistemi. La tecnica Bowen consente una profonda liberazione dallo stress e uno spostamento verso l'influenza del parasimpatico, infatti durante una sessione, il cliente scende spesso in un profondo rilassamento o si addormenta e sente una forte peristalsi.

Questo cambiamento potrebbe spiegare, in parte, l'osservazione comune che una sessione di Tecnica Bowen sembra riattivare il processo di recupero in situazioni in cui la guarigione da un trauma o da una malattia o da un intervento chirurgico si è arrestato o raggiunto un plateau.